← Torna alla home di Blu

Novità su Crebs

Letterina del nuovo anno. Con tanti buoni propositi, un po’ di Dickens e un cavilloso apologo.

(Con tanti buoni propositi, un po’ di Dickens e un cavilloso apologo)

Il 2012 volge al termine. È tempo di bilanci. Ma, siccome non abbiamo il cuore inaridito dalla contabilità, desideriamo farvi, innanzitutto, tanti auguri di Buone Feste e Felice Anno Nuovo.

Questo è stato un anno importante per Crebs: abbiamo superato il milione di visite; è aumentato l’interesse nei confronti del nostro lavoro, e di conseguenza sono nate nuove collaborazioni con opinion leader, magazine di settore e partner per noi importanti (l’ultimo è l’Art Directors Club Italiano); è aumentato considerevolmente il numero delle aziende e dei professionisti registrati.

Insomma, alla fine di questo 2012 stiamo registrando un successo vero, bello, perché spontaneo. Senza fare PR, senza versare l’obolo a improbabili guru o marchettari della rete, senza cedere la verginità a qualche sodale incubatore di sogni&startup, senza entrare nelle dorate rilegature delle nuove agende digitali. Avevamo un solo capitale da spendere: l’energia dei nostri vent’anni. E abbiamo cercato di farlo – perdonate la presunzione – nel migliore dei modi, sostenuti dal passaparola, dall’efficacia del servizio, dalla stima conquistata sul campo.

Ma al di là dei numeri, che sanno un po’ di autocelebrazione, il dato che più ci fa piacere, e che probabilmente ci spingerà a continuare, è sapere che decine di migliaia di utenti hanno risposto agli annunci e che molti di loro sono riusciti a raggiungere i propri obbiettivi, con una nuova assunzione o con il miglioramento della propria posizione.

È anche in questo modo che Crebs è diventato un luogo, un riferimento trasparente per chi offre e cerca lavoro nel campo della comunicazione; un luogo in cui la prima regola è, da sempre, il rispetto del lavoratore, e in cui è stato introdotto un principio che a volte sembra sconosciuto: quello della serietà. Un esempio? Abbiamo fatto un calcolo: su dieci annunci che riceviamo, ne pubblichiamo tre o quattro. È una selezione troppo severa? Forse. Sappiamo però che è molto faticoso (del resto, ci dedichiamo a Crebs negli spazi liberi, dopo aver già speso molto nel lavoro quotidiano), non soltanto analizzare e selezionare tanti annunci ogni giorno, ma anche sostenere le ragioni di un nostro eventuale rifiuto. Certo, qualcosa ci sfugge. Ma questo filtro, questa pulizia preliminare, sono una prima protezione per i nostri utenti: evitano, se non altro, qualche delusione.

“Igiene sì, fatica no”, cantava la pubblicità di un detergente sulla base della Carmen di Bizet. Eh, magari fosse tutto così semplice come nelle fantasie di un’habanera o di una pubblicità. Ma, fatica sì o no, abbiamo sempre la riserva di energia della nostra giovinezza su cui contare. E non solo: la fiducia di tante aziende, le speranze delle startup che si rivolgono a Crebs, i sempre più numerosi utenti che ci affidano il loro profilo, tutto questo ci rende felici, perché premia il nostro impegno. E, visto che nessuno ha l’esclusiva sui sentimenti, è una felicità che oggi vogliamo condividere con voi. Con l’invito a sostenerci anche nei giorni a venire, nel 2013, così come avete fatto finora.

Buon 2013 da Crebs


Iscriviti alla newsletter di Blu per ricevere gli articoli via email ancor prima che vengano pubblicati.
 Ho letto e accetto le regole di privacy







5 pensieri su “Letterina del nuovo anno. Con tanti buoni propositi, un po’ di Dickens e un cavilloso apologo.”